Non sono matta, ma è ora di fare ordine – I’m not crazy, but it’s time to tidy up!

        foto 1Siamo in un periodo di passaggio. Ebbene si, siccome questo sarà il mio primo inverno di cucito, vorrei prepararmi al meglio. Immagino già di confezionare pochi capi, ma quei pochi mi piacerebbe farli bene. Ho tanti ostacoli da superare, il più grande adesso è forse riuscire a montare le maniche. Lo vedo come un muro invalicabile, ma spero di potercela fare.

I’m in a delicate phase. Well, since this will be my first sewing winter, I would like to prepare me to the best. I already imagine to manufacture few garments but I would like to do that few ones as best as I can. I have so many obstacles to pass, now the greatest is perhaps to succeed in sewing sleeves. I see it as an impassable wall, but I hope to be able to make it.

 

Andiamo però con ordine. Archiviati tutti i progetti estivi e i mille mila abitini (in cui le maniche non c’erano), è arrivato il momento di pensare di usare tessuti più consistenti. Se da una parte credo di aver esagerato quest’estate cofoto 2n i vestitini (ne ho fatti tantissimi), dall’altra sono però convinta di aver fatto bene perché in questo modo mi sono esercitata parecchio e ho imparato a colmare alcune lacune ed avere determinate accortezze soprattutto nei dettagli.

But let’s go on with order. Filed all the summer projects and the thousand and thousand dresses (without sleeves), now it’s the moment to think about using more consistent fabrics. If on one side I think to have exaggerated this summer with the dresses, from the other one however I’m convinced that thanks to my many dresses I could practice a lot and at the same time I’ve learned to fill some gaps and pay attention to details.

Ciò che però devo ancora imparare è ad esempio come montare le maniche, come creare delle belle asole per i bottoni o anche come foderare al meglio un capo all’interno. E sono solo alcuni dei punti che mi mancano.

What I still have to learn, however, is for example how to sew sleeves, how to create beautiful buttonholes for the buttons or also how to line well a garment to the inside. And these are only some of the points that miss me.

foto 3

Per organizzarmi in questo senso sono partita innanzitutto dal riordinare i miei tessuti. E qui mi sembra doveroso ringraziare e citare Francesca di Atelier Vicolo n° 6 perché è grazie al suo post (trovate qui il link), che ho avuto lo spunto, scopiazzando alla grande la sua trovata, lo ammetto. Ho infatti agito esattamente come spiega lei nel suo post: ho preso tutti i miei tessuti e foto 4li ho catalogati in base alla misura, con un piccolo campioncino di fianco. Credo sia un metodo stra efficace per capire quanto tessuto c’è a disposizione in base a quello necessario per il progetto che si vuole realizzare e soprattutto così si ha una panoramica chiara di tutto ciò che si possiede senza dover comprare altro (anche se lo shopping di stoffe è super bello!). Se dovete ordinare stoffe e tessuti, quindi, oltre a consigliarvi belle e capienti scatole per riporre il tutto, vi consiglio anche di sbirciare il suo post, non ve ne pentirete!

To organize myself in this way I started first of all from the reorganization of my fabrics. And here I think it’s rightful to thank Francesca of Atelier Vicolo n° 6 because it’s thanks to her post (you find here the link), that I have had the starting point, copying her idea, I admit it. I have in fact exactly made as she explains in her post: I have taken all of my fabrics and I have cataloged them in base to the measure, with a small example. I believe it is an efficient method to understand how much fabric I have based on availability for the project I have to tailor, so I have a clear panning of every piece of fabric I have without having to buy other one (even if the shopping of fabric is really great!). If you have to order your fabrics, therefore, besides recommending you beautiful and capacious boxes to put everything in, I also recommend you to have a look at her post, you won’t regret it!

Oltre a questo, durante il cambio dell’armadio sono stata molto coraggiosa: ho eliminato tutto ciò che non mi piace più, che non metto da tempo, che non rispecchia più il mio stile. E questa volta l’ho fatto sul serio. Ho eliminato i jeans che non mi vanno più (di solito aspettavo di dimagrire o ingrassare, a seconda dei casi, e quindi li conservavo); hofoto 5 bis eliminato le maglie che aspettavano ancora la buona occasione per essere sfoggiate; ho eliminato il superfluo. E mi sento bene. Incredibilmente. Con un armadio più pulito ed ordinato, ho cercato così di capire cosa mancasse e di cosa avessi davvero bisogno. E qui è tornato utile il mio catalogo delle stoffe e le mie idee buttate giù di tanto in tanto.

Besides this, during the change of my wardrobe I’ve been very brave: I’ve left every garment I don’t like more, those that I don’t wear for a long time, that doesn’t reflect my style anymore. And this time I’ve done it seriously. I have left jeans that don’t fit me good anymore (I usually waited for to grow thin or to fatten up, according to the cases, and for this reason I’ve always preserved them); I’ve left the sweaters that still waited for the good occasion to be shown off; I have left all the superfluous. And I feel well now. Incredibly. With a cleaner and orderly wardrobe, I tried to understand what was missing and what I really need. And at this point I used again my catalog of fabrics that I’ve done and my ideas thrown every now and then down.

Prima di cominciare i nuovi progetti, però, volevo ancora fare una cosa: mettere ordine tra gli incarichi e le riparazioni che la family mi appioppa. Orli da fare, buchini da coprire, fodere da cambiare. Ne avevo accumulata una pila piuttosto sostanziosa, era ora di smaltirla. Per ora quindi mi dedicherò a concludere le riparazioni, progettare le nuove creazioni, procurarmi tutti i materiali e poi partirò.

Before starting new projects, however, I still want to do something: put order among tasks and reparations that my family gives me. Edges, little holes to be covered, linings to be changed. I had accumulated a rather substantial pile of it, it was time to digest it. So, for now I will dedicate myself to conclude everything, to plan new creations, to manage all the materials I need and then I will start.

foto 6

In realtà se devo essere sincera qualcosa ho già iniziato, come ad esempio un prezioso capo che sto confezionando al corso serale di cucito che sto frequentando. Non vedo l’ora di terminarlo, non sto più nella pelle, davvero!!

Actually if I have to be honest, I’ve already begun something, as for example a precious garment that I am tailoring to the evening sewing course that I am attending. I cannot wait to finish it, really!!

foto 7

foto 8Con la confezione di questo capo al corso mi auguro di perfezionarmi e capire bene quelle tecniche di sartoria che ancora mi mancano. Oltre a questo e al mio quadernino degli appunti, mi aiuterò anche con dei manuali di cucito che ho acquistato e con i tutorial che si trovano online. Insomma, voglio preparami bene a questo inverno, sia in fatto di capi di abbigliamento adatti, sia in fatto di competenze sartoriali.

With the tailoring of this garment at the course I wish I could improve and understand better those techniques of tailoring that still miss me. Besides this and my little book for my notes, I think I will also refer to some sewing manuals I have purchased and with web tutorials. Shortly, I want to prepare myself as best as I can to this winter, both in fact of garments, both in fact of sewing competences.

Non da ultimo, da gennaio ho deciso di migliorare la mia organizzazione per quanto riguarda le idee, gli schizzi, le to do list e i miei impegni. Al momento ho tante agendine e quadernini su cui fisso le mie idee per non dimenticarle, ma effettivamente portar sempre dietro tutto sta diventando impegnativo. Così ho cercato a lungo un’agenda che fosse abbastanza grande ma non troppo, che riuscisse a contenere in vari scomparti tutto ciò che mi frulla per la testa, eccola, è perfetta:

Not from last, from January I have decided to improve my organization as it regards my ideas, my sketch, my ‘ to do list’, my appointments. At the moment I have so many pocket agendas and little books on which I fix my ideas not to forget them, but actually bring always everything with me is becoming binding. I have looked for a long time for an agenda that was enough big but not too much, that succeeded to contain in various compartments everything that beats me for the head, here it is, it’s perfect:

foto 9

Al momento è ancora un po’ anonima, ma voglio abbellirla e renderla adatta alla mia fantasia creativa perché è qui che da gennaio conserverò ogni prototipo dei miei progetti, ogni bozza delle mie idee, ogni mio pensiero positivo. Sarà come avere un diario di bordo, da portare sempre con me.

At the moment it’s still a little bit anonymous, but I want to decorate it and to make it adapt for my creative imagination because it’s here that from January I will preserve every prototype of my projects, every draft of my ideas, every positive thought of mine. It will be as to have a logbook always with me.

Per adesso è tutto, per fortuna sto mettendo ordine alle mie idee, ce ne sono già tantissime.
E comunque, si, parto positiva, devo ammetterlo!

It’s all, for now, fortunately I’m putting order to my ideas, there are already lots of them.
And anyway, yes, I’m positive, I have to admit it!

Annunci

8 thoughts on “Non sono matta, ma è ora di fare ordine – I’m not crazy, but it’s time to tidy up!

  1. Brava Valentina, mi fa super piacere che il mio consiglio ti sia stato d’aiuto 😀 Bella l’idea di un unica agenda anch’io come te ho mille quadernini, blocchi da disegno, fogli e ogni volta portarselo dietro sta diventato sempre più complicato!!! Vedrai che con tanto impegno riuscirai sicuramente a imparare e affrontare quello che più ti spaventa, come montare le maniche. Se hai bisogno lo sai per quel che posso basta che tu miscriva e io ci sono ^_^
    Un abbraccio
    Francesca

    Liked by 1 persona

    1. A dire il vero ho iniziato a fare qualche prova e sembra non vada male.. forse era più lo spavento di non mettersi a farle le cose. A breve pubblicherò un post in cui le maniche ci sono, poi mi dirai 🙂
      Sei gentilissima, se avrò bisogno ti scriverò di certo! Un abbraccio, buon pomeriggio :*

      Mi piace

  2. Le maniche… La mia disperazione. L’unica volta che ho cucito un capo con esse me le sono fatte cucire dalla prof… Da allora solo bluse smanicate. Quanto invidio la tua pazienza!
    Le mie stoffe sono un mezzo disastro in quanto a messa in ordine, sono in delle buste di plastica sotto la scrivania, però sono in ordine cromatico 😛
    Piccolo consiglio sugli abiti dismessi: prima di disfartene irreparabilmente controlla bene se non ti possono servire per riparare o crearci qualcos’altro 😉
    Mchan

    Liked by 1 persona

    1. Guarda mi sto esercitando a metterle le maniche, non è proprio cosa facile, ma ci va esercizio. E poi mi piacerebbe molto imparare a cucire anche per l’inverno, quindi mi sa che sono davvero necessarie 🙂
      Le stoffe, dai anche in ordine cromatico direi che non va male, basta che abbiano un senso, e le mie non ce l’avevano proprio 🙂
      Per i capi dismessi, invece, qualcosa ho recuperato, ho fatto un po’ di refashion ma per altro ho eliminato, anche perché l’ultima volta che ho accumulato dei capi da rivedere, sono stati fermi per non so quanti mesi creando cmq disordine…sono arrivata al punto di pensare che non sono così portata al refashion, meglio farlo dall’inizio alla fine 🙂
      un abbraccio cara!

      Liked by 1 persona

    1. Ciao Klavaknits! Guarda io ero arrivata ad un punto di non ritorno, nel senso che la mia camera stava diventando invivibile. E’ il luogo in cui cucio anche, quindi era necessario dare una sistemata ed organizzare lavori e sistemazioni per poterci vivere e per potersi muovere 🙂 però alla fine devo dirti che da molta soddisfazione!
      Il mio capo misterioso non vedo l’ora anche io di mostrarvelo, ci lavoro da un paio di mesi e spero entro Natale di presentarvelo :)) Un abbraccio :*

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...